All’Hosteria di Villalba è di scena la cucina e la musica romana

cena_romana_villalbaSarà la cucina romana, quella popolare e saporita del “quinto quarto”, a dettare le regole della cena di venerdì 13 maggio alle ore 20.00 all’Hosteria di Villalba, poco sopra Allerona. Ma ci sarà anche la Roma della musica e della poesia, cantata e declamata dalla bravissima Giulia Anania, cantautrice, scrittrice e paroliera, nota al grande pubblico per la partecipazione a Sanremo giovani 2012 e per aver composto canzoni per Emma Marrone, Annalisa, Malika Ayane.

All’Hosteria di Villalba Giulia Anania porta una selezione di brani tratti dallo spettacolo “Bella Gabriella!”, dedicato all’indimenticabile Gabriella Ferri. Un viaggio nella Roma “prima dei Ministeri”, quando poesia, musica e cucina incorniciavano la sapidità irrequieta di un’umanità vivace, ironica, romantica.

Ai piatti del menu di Adio, l’Oste di Villalba, il compito di evocare il sapore dei convivi popolari. Protagonista il “quinto quarto”, vale a dire l’invenzione della felicità gastronomica da un materiale ritenuto “poco nobile” ma dagli stessi nobili dell’Urbe amato in modo sfrenato, oggetto di una venerazione al limite dell’eresia.

IL MENU – All’Hosteria di Villalba, trasformata nell’occasione in un teatro del gusto, si comincia con un pingue preludio fatto da Lingua salmistrata, Nervetti in salsa, Bico col Lampredotto, Insalata di trippa e Fagioli del Purgatorio. Il Primo atto è riservato al duetto di Rigatoni e coda alla vaccinara per condimento. Segue, nel Secondo, un terzetto gaudente di Carciofi fritti, Trippa al sugo e Cicoria di campo per chiudere con Tozzetti e ‘Mbriachelle.

 

Il tutto – spettacolo, cena, acqua, vini e caffè – per 28 euro.

Nelle settimane a seguire, sempre di venerdì, l’Hosteria di Villalba propone altre cene sul tema della “Gastronomia dei fiori” e della “Cucina del sottosuolo”. Tutti i particolari nelle cronache a venire…

Info e prenotazioni: Adio 392 1584805