Referente: dott.ssa Tiziana Frellicca; Sede: Scuole della Zona Sociale n 12.

L’assistenza educativa scolastica agli alunni disabili, quale attività interconnessa con quella didattica, è parte fondamentale del
processo di integrazione degli alunni “diversamente abili” e la sua concreta attuazione contribuisce a realizzare il diritto allo studio costituzionalmente garantito. L’assistente educativo scolastico, avvalendosi di specifiche competenze e strategie, media la relazione tra l’alunno in situazione di handicap e la classe, partecipa al progetto educativo individuale e collabora con gli insegnanti e la famiglia.

MODALITÀ DI GESTIONE: è un servizio dei Comuni della Zona Sociale n 12, coordinato dall’Ufficio della Cittadinanza. La Cooperativa Il Quadrifoglio lo gestisce in seguito all’aggiudicazione di una gara d’appalto. I referenti dell’Ufficio della Cittadinanza definiscono in base alle richieste che pervengono dalle scuole del territorio l’invio dei casi, il totale delle ore assegnate per caso, sono responsabili degli aspetti di supervisione, definiscono il progetto educativo individualizzato e lo verificano in itinere con l’educatore.

ANNO DI ATTIVAZIONE: 2001

DESTINATARI: Il servizio è rivolto a bambini e ragazzi disabili gravi e gravissimi frequentanti le scuole del territorio orvietano.

CALENDARIO DI APERTURA E ORARI: Il servizio viene svolto durante il periodo di apertura della scuole, in orario scolastico. L’orario di servizio di ogni singolo educatore è definito prima dell’inizio dell’anno scolastico mediante un incontro tra l’educatore e il Dirigente Scolastico, gli insegnanti curriculari, gli insegnanti di sostegno, per tutelare al meglio le necessità dell’utente.

EQUIPE DI LAVORO:

• educatori professionali dell’ufficio della cittadinanza;
• una referente del servizio (Coop. Il Quadrifoglio);
• educatori in numero variabile in base agli interventi attivati (Coop. Il Quadrifoglio).

RIUNIONI: Riunioni periodiche di supervisione sul singolo utente fra educatori della Cooperativa Il Quadrifoglio ed educatori dell’ufficio della cittadinanza; riunioni periodiche sull’andamento del servizio fra tutti gli educatori della coop. Quadrifoglio e l’ufficio della cittadinanza; due riunioni denominate G.L.H. operativi su ogni singolo caso che hanno luogo generalmente ad inizio e fine anno scolastico a cui partecipano l’assistente educativo scolastico, gli insegnanti curriculari e di sostegno, il Dirigente Scolastico, le educatrici dell’ufficio di cittadinanza, le psicologhe del Servizio AUSL e la famiglia; riunioni di programmazione tra assistente educativo scolastico e corpo docente.

ATTIVITÀ FONDAMENTALI: All’interno della scuola vengono svolte attività finalizzate all’apprendimento e alla socializzazione. In particolare vengono organizzati specifici laboratori e realizzati percorsi facilitati di apprendimento degli argomenti didattici. Inoltre, di fondamentale importanza è il lavoro relativo all’acquisizione di un maggior livello di autonomia (igiene personale, cura di sé, etc.), così come quello dedicato agli aspetti ludico-ricreativi.