Responsabile: dott.ssa Clara Codini

Sede:  Orvieto Scalo, Via Monte Terminillo n 5,  CAP 05018

La Comunità Diurna per minori “Il Tucano” è un servizio semiresidenziale pensato e progettato per sostenere i nuclei familiari in fasi di particolare criticità: offre un sostegno educativo e relazionale importante accogliendo in orario extrascolastico minori di entrambi i sessi, italiani e/o stranieri, al fine di promuoverne le autonomie, le capacità espressive e le competenze sociali.
La Comunità Diurna adotta metodi educativi fondati sulla tutela e il rispetto dei diritti dei minori, sull’ascolto e il coinvolgimento attivo, li aiuta nella definizione della propria identità personale, stimolandone la dimensione affettiva, sociale, culturale e ricreativa; li educa al raggiungimento dell’autonomia in una prospettiva di comprensione ed interiorizzazione delle regole; facilita l’integrazione del minore nel contesto sociale; lo aiuta nell’elaborazione delle proprie esperienze di vita.
Attraverso la predisposizione di progetti educativi individualizzati si parte dall’osservazione e dalla identificazione dei bisogni e delle risorse del minore, aiutandolo ad acquisire una visione criticamente matura, in correlazione all’età, della situazione personale e familiare e dei suoi possibili sviluppi, per riconoscere ed individuare strategie risolutive delle difficoltà sperimentate.
Si lavora sul gruppo dei pari stimolando relazioni positive e di appartenenza e si potenziano in modo particolare: attività culturali ed espressive; attività relative al riconoscimento e alla gestione delle emozioni; attività sportive e motorie; attività ludico-ricreative; attività di supporto scolastico.
Comprendendo l’importanza del rapporto con il territorio, la comunità diurna realizza sinergie con agenzie educative territoriali e reti sociali formali e informali al fine di promuovere l’integrazione e la socializzazione dei minori ma anche di contribuire alla realizzazione di una rete di soggetti che collaborano tra loro costruendo una “comunità educante”.

Modalità di gestione: E’ un servizio della cooperativa sociale Il Quadrifoglio, i servizi invianti pagano una retta giornaliera.

Anno di attivazione: dicembre 2015

Destinatari: Il diurno può accogliere un massimo di 10 minori di entrambi i generi, italiani e stranieri, dai 6 ai 18 anni. Possono essere ammessi minori con disabilità fisico-psichica-sensoriale tenendo conto delle caratteristiche del gruppo esistente e nel rapporto numerico previsto dalle norme di legge.

Equipe di lavoro: 4 educatori; 1 responsabile del servizio.

Riunioni: 2 riunioni mensili a cui partecipa tutta l’equipe.

Attività fondamentali: Le attività vengono programmate periodicamente tenendo presente le caratteristiche dell’utenza e coinvolgendo i minori. I principali laboratori proposti riguardano: attività grafico-pittoriche e plastiche; attività legate alla lettura; attività legate al movimento; attività espressive e teatrali; attività di gioco logico; attività legate all’educazione civica e alla cittadinanza attiva; attività legate alla conoscenza della natura e al suo rispetto; escursioni e gite; laboratorio informatico; etc..