Referente: dott.ssa Doriana Barbanera

Il pronto intervento sociale è un servizio di tipo emergenziale e socio-assistenziale. E’ diretto alle situazioni d’emergenza ed urgenza sociale che richiedono un intervento ed un’ attivazione rapida ed immediata fuori dall’orario d’accesso al servizio d’assistenza sociale e prima che il servizio stesso possa operare la “presa in carico” del caso. E’ diretto alle situazioni d’emergenza ed urgenza sociale per tutte quelle situazioni di vita che comportano un bisogno improcrastinabile collegato alla soddisfazione di diritti primari, di sussistenza e relazione, in situazioni di privazioni o allontanamento dal nucleo familiare per minori, adulti anziani. Si pone l’obiettivo di fornire una risposta adeguata, mirata e tempestiva alle necessità urgenti e alle chiamate di allarme reale legato allo stato di salute dei soggetti in stato di urgenza sociale.

MODALITA’ DI GESTIONE:  è un servizio dei Comuni della Zona Sociale N° 12. La Cooperativa il Quadrifoglio in regime di convenzione gestisce il servizio.

ANNO DI ATTIVAZIONE: 2011

DESTINATARI: minori, adulti e anziani che si trovano a vivere una situazione di emergenza sociale

CALENDARIO DI APERTURA ED ORARI: ore serali e notturne e fine settimana per una durata di 12-48 ore

EQUIPE DI LAVORO: referente della Cooperativa, referente dell’Ufficio di Cittadinanza, educatori/operatori.

RIUNIONI: annuale fra responsabile della Cooperativa e dell’Ufficio di Cittadinanza.

ATTIVITA’ FONDAMENTALI

Il Servizio di Pronto Intervento Sociale, in linea generale, in caso di attivazione si organizza svolgendo le seguenti attività: 

1) Il Soggetto (Forze dell’Ordine, Pronto Soccorso, etc…) che accede al Servizio contatta il numero verde predisposto;

2) A seguito della chiamata l’operatore valuta la situazione e si attiva nei seguenti modi:

A) intervento telefonico o/e recandosi sul luogo dell’emergenza B) attivando soggetti/enti preposti che possono avere un ruolo attivo e fondamentale in risposta all’emergenza;

3) Constatata ed effettuata l’attivazione del servizio di Pronto Intervento, l’operatore effettua una breve analisi della situazione, individuando le possibili cause, le risorse attivabili (parentali, socio-sanitarie, giuridiche) e la fattibilità di soluzioni a breve termine; individua, se necessario, la struttura e/o i servizi disponibili per ospitare ed intrattenere le persone interessate dall’emergenza;

4) Al termine dell’intervento fornisce una relazione sullo stesso all’ufficio Servizi Sociali dell’Ufficio per la Cittadinanza ed eventualmente ad altri servizi competenti che si prenderanno in carico la situazione.